Il circolo ippico la Gazza di Castelvetro Piacentino numero uno nell'impegno sociale.




Si è concluso il progetto 2011 "Equs a scuola dal cavallo" che ha coinvolto per il settimo anno consecutivo circa 30 ragazzi disabili dell'Istituto Tecnico Professionale Einaudi di Cremona. Undici incontri durante i quali i ragazzi dai 14 ai 18 anni hanno imparato a guidare il loro corpo e la loro mente attraverso il rapporto con il cavallo. Grazie alla disciplina del comportamento gli studenti, tutti con disabilità certificata, hanno rafforzato la consapevolezza del sè grazie al lavoro con il nobile animale, sotto la guida esperta dell'istruttore Dalmazio Bertulessi.  "Abbiamo ottenuto tanti risultati - ha dichiarato la coordinatrice di sostegno, professoressa di matematica Anna Milano - hanno imparato a seguire le regole, si è creato un gruppo, si sono conosciuti profondamente. Non hanno più paura degli animali, salgono sui cavalli con piena fiducia, si guidano gli uni con gli altri". Il progetto "Equs a scuola da cavallo" è una lezione vera e propria svolta in maneggio, non è un gioco. L'hanno ben capito gli insegnanti e i genitori. "Attenzione, solidarietà e acquisizione di sicurezza sono i cardini dell'insegnamento dell'Istituto Einaudi - ha dichiarato il nuovo preside Carmine Filareto - i giovani disabili e normo dotati escono dalla scuola con la consapevolezza dei diritti della cittadinanza e con una maturazione affettiva". L'Istituto Professionale cremonese, esigente con chi ha le capacità di emergere, da anni è aperto a nuove e moderne esperienze formative, e il progetto Equs è una di queste. L'Einaudi ha iscritti 94 ragazzi certificati e 30 dislessici, nella scuola operano 32 insegnanti di sostegno: un eccellenza del sociale. Il Comune di Cremona insieme con la Prefettura, la banca Credito Cremonese e generosi privati permettono all'Istitudo di continuare ogni anno il progetto Equs, che nel 2012 ha in programma il coinvolgimento di un maggior numero di studenti. "Negli anni '70 con la rivoluzione culturale sono state chiuse le scuole speciali - ha dichiarato il preside Carmine Filareto - l'Einaudi da sempre promuove l'integrazione. Speriamo non ci siano più tagli ai fondi delle scuole, i soldi sono necessari per garantire il futuro ai giovani con e senza disabilità".

 

Partner

Poniamo

CSI Modena

Webmail | Accedi alla tua email

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito